Remo Benzi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Aurelio Debandi

Hanno scritto di lui

AURELIO DEBANDI Corpo di Polizia Municipale di Alessandria.


 
  Il Vigile Urbano di Alessandria, AURELIO DEBANDI, ha scritto un buon libro sulla storia della Polizia Municipale di Alessandria, dalla sua fondazione ai giorni nostri. Persona seria e capace  che manifestava già le doti di onestà e capacità descrittive che lo indussero a scrivere questo libro voluto anche dalla civica amministrazione. Lo ringrazio per quanto scritto nel suo libro in merito al periodo nel quale lo ebbi come segretario al comando di Alessandria. Di seguito un'estrapolazione della pagine 158-165.

Omissis...
1978 - 1985 - Il Corpo, le sua Funzioni.
    Dopo la morte del comandante dott. Enrico Vella avvenuta nel 1975, la qualifica di comandante f.f. veniva conferita al vice comandante Capitano Rag. Pierangelo Pagella il quale svolgeva le funzioni di grado superiore, dimostrando ottime capacità direttive, sino al primo febbraio 1978. Il Vice Comandante Pagella, in seguito a concorso pubblico,  era rientrato nel corpo il 3 ottobre 1966. Proveniva dall'Aeronautica militare dove aveva prestato servizio con il grado di tenente pilota in servizio permanente effettivo.
    
    Il primo febbraio 1978, dopo aver vinto regolare concorso pubblico, entrava a far parte del corpo quale comandante il dott. Remo Benzi,.
Il dott. Benzi aveva alle spalle una lunga carriera in altri corpi di Polizia Municipale.

    Entrato come Vigile nel Corpo  Vigili Urbani di Genova nel 1962, veniva in seguito promosso brigadere. Nal 1972 vinceva un concorso al posto di Comandante dei Vigili urbani di Bassano del Grappa in provincia di Vicenza, dove rimaneva 6 anni.

    Giunto in Alessandria dava inizio ad una ristrutturazione interna del Corpo, creando uffici con nuove funzioni organiche che permettevano in breve trempo di ottenere un miglior funzionamento del Comando; nel frattempo venivano create sezione speciali di viabilisti, autoreparto, annoraria, edilizia, infortunistica, ecc. e si ottenevano ben presto ottimi risultati sul rendimento effettivo di ogni reparto.
In stretta collaborazione con l'amministrazione comunale ed il fattivo interessamento dell'assessore ai vigili urbani, l'autoreparto veniva potenziato con un aumento di uomini e mezzi ed intensificata l'azione di vigilanza in città e nei sobborghi con l'impiego di pattuglie autoradio e motocicliste che permettevano di svolgere un maggior controllo della viabilità sul territorio comunale ed una efficace azione di prevenzione e repressione delle violazioni nell'interesse della quiete pubblica e della incolumità dei cittadini.

    Oltre che a migliorare i servizi d'istituto, il dott. Benzi s'impegnava molto attivamente per ridare maggiore prestigio al corpo, al fine di fargli riprendere quel posto di primaria importanza che aveva in passato nell'ambito della città...

   omissis ... La bandiera, (disegnata dall'autore del volume su incarico del comandante n.d.r.) veniva solennamente consegnata al Corpo in occasione della ripristinata festa annuale, il 20 gennaio 1979 dal sindaco Felice Borgoglio.

 
  ommissis... veniva eseguito per la prima volta dalla banda G.Verdi, l'inno del Corpo, composto con parole dello stesso comandante del dott. Benzi e musica del maestro Piero Gosio, valente musicista alessandrino.













Il Comandante Benzi insignito di benemerenza per aver coordinato
i soccorsi ai terremotati in Irpinia

Torna ai contenuti | Torna al menu