Remo Benzi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Festa di Ferragosto a Castelspina

Agli affetti "andati avanti"

Festa di ferragosto a Castelspina

-In memoria del caro amico Federico Moretti-



Mese di agosto, festa di paese,

le note dell’orchestra van lontano,
sino a quell’ermo, dove sono attese
da Te che ascolti, nel silente vano

Anche i rintocchi di quel campanile
Scandiscono le ore già passate
E annunciano quel dì che sta a venire
Ma non per Te che ormai le hai già lasciate

Ma senti ancora le belle canzoni
Ch’amavi recitare con diletto
in questa notte, piena di emozioni,
triste e silente, senza il Tuo cospetto

La pista è vuota, quasi riverente,
sembra in attesa della Tua presenza
e non azzarda salir neppur la gente,
che sente nel suo cuore la Tua assenza

Il vuoto che hai lasciato, o Federico
È grande quanti il bene che hai voluto
A chi vicino t’è rimasto amico
e ai tuoi cari che ti han perduto

Anche sull’aia del Tuo casolare
C’è quel silenzio, pieno di tristezza
Dal giorno che lasciasti, per restare
Nella “dimora” lasciando ogni gaiezza

E  là Tu ascolti ancor la melodia
Così felice di ‘sto ferragosto
E suoni la Tua “fisa” in fantasia,
quasi fossi tornato al vecchio posto

In attesa del ballo che adoravi
danzando ancor con la Tua sposa
Rimasta a meditar quel che sognavi,
la vecchia “fisa nel “canto inoperosa

               Remo Benzi
Castelspina 15 agosto 200

Torna ai contenuti | Torna al menu