Remo Benzi

Vai ai contenuti

Menu principale:

Giuseppe Zanolla

Hanno scritto di lui



Giovanni Zanolla


     Il comandante Benzi non è uno dei tanti utilizzatori di tecnologie ormai obsolete o sorpassate,  bensì ama utilizzare le nuove tecnologie e soprattutto i vantaggi derivati da un profilo facebook.  La sua competenza si sta affinando giorno dopo giorno e tra il suo sito e i post in facebook, qualche suo ex vigile lo riconosce in rete e gli scrive, proprio come ha fatto l'ex Vigile Urbano di Bassano del Grappa, Giovanni Zanolla. Il suo post viene inserito nella rubrica "Hanno scritto di lui" per testimoniare che le buone azioni e i comportamenti sinceri e leali anche a distanza di decenni non vengono mai dimenticati.

Facebook...   08:54 Giovanni Zanolla
     Caro comandante con immenso piacere ho trovato sue notizie. Noi vigili non lo abbiamo mai dimenticato. non si possono dimenticare i giorni passati insieme. il Friuli, le Smalterie Venete, sono ricordi indelebili sotto il suo prestigioso comando. Noi suoi vigili, ci vantavamo di aver fatto la scuola Benzi, scuola fatta di etica, professionalità e buon senso e mi creda non è poco. Il suo ricordo è sempre vivo nella città di Bassano e nel cuore dei bassanesi che si ricordano quanto lei ha dato per questa meravigliosa città. Ho ascoltato più che volentieri il nostro inno, mi sembrava ancora di vedere Tony Zen il signore delle guardie alla pianola. Arrivederci a presto mi comunichi quando viene a Bassano ...

...e ancora in risposta a un post del comandante Benzi: Giovanni Zanolla 7 marzo 15.00.04  

     
Noi della vecchia guardia saremmo onorati di averla come ospite, basta che lei mi dica quando. Mi fa piacere che lei abbia incontrato il buon Martinelli (l'ex sindaco di Bassano n.d.r.) l'ultima volta che è venuto a Bassano e ricordo benissimo quello che avete fatto per la città di Bassano nel periodo delle Smalterie Venete, unitamente al dottor Marassi, in pochi si ricordano quando vi era la celere allo stallo San Giovanni e lei consigliava al sindaco di non farla operare in città in quanto poi per vendetta chissà cosa poteva succedere. Lei era al fianco di Martinelli la sera del discorso davanti l'ara dei caduti in piazza Garibaldi esempio da vero comandante.

     Le voglio rammentare che ogni qualvolta che vedo il senatore Piero Fabris mi domanda sempre di lei. Spero solo che l'attuale amministrazione e quelle che verranno si ricordino di lei e le conferiscano il premio città di Bassano che lei avrebbe strameritato unitamente al suo fido Giacobbo


Torna ai contenuti | Torna al menu